drupa, il futuro a portata di mano

1 giugno 2016
Dal 31 maggio al 10 giugno, drupa è il punto di partenza di nuove promettenti visioni, nonché il centro delle tecnologie del futuro, che spingeranno il mercato e che apriranno grandi opportunità e potenzialità di crescita in tutto il mondo.

Crossmedia e multicanalitàè il leit motiv che si sta mostrando a drupa 2016 per discutere sulla stampa ai tempi di internet, big data, web-to-print e stampa di dati variabili. Internet e in generale la comunicazione digitale ha cambiato il volto della stampa in modo fondamentale. Questo è stato sottolineato anche dal rapporto "drupa global Insights".
.
L'INTERAZIONE ENTRA IN GIOCO

Big Data, web-to-print, stampa di dati variabili e accesso a Internet supportato, come realtà aumentata e codici QR caratterizzano e influenzano l'intero cosmo di prodotti stampati e il flusso di lavoro completo.  drupa metterà in campo tutte le sue strategie per mettere in evidenza la stampa multicanale. I visitatori di drupa 2016 potranno sperimentare un nuovo approccio interessante per l'innovazione in stampa.
I cambiamenti strategici e demografici globali, l'economia e gli stili di vita dei consumatori cambieranno radicalmente la richiesta di stampa. Allo stesso tempo, lo sviluppo tecnologico riduce la domanda di stampa convenzionale e crea nuove possibilità per la stampa digitale. I fornitori e stampatori di tutto il mondo devono rivedere in che modo i loro specifici mercati si stanno evolvendo e prendere decisioni di investimenti di applicazioni di stampa chiare, basate sui propri risultati. La richiesta di stampa si è in parte arrestata a livello globale dalla crescita delle comunicazioni digitali e mobile, in particolare. Le stesse tecnologie che hanno influenzato questo trend sono però anche “responsabili” della nascita di nuove opportunità di crescita per le emergenti applicazioni di stampa. La stampa è ancora un’industria manifatturiera nel suo cuore e per avere successo nella produzione nell'era digitale richiede una nuova prospettiva radicale: il modo in cui prodotti e servizi vengono sviluppati, promossi, prodotti e consegnati.

PRINT 4.0 E NETWORKING DIGITALE
Il focus dell’edizione 2016 è puntato, in primo luogo, sui temi salienti e su quelli del futuro come la stampa, la produzione di imballaggi, il multichannel (multicanale), la stampa 3D, la stampa funzionale o la stampa ecosostenibile.
“Con questo nuovo orientamento strategico, con la sua attenzione rivolta in particolare ai temi del futuro ed a quelli salienti, siamo evidentemente sulla strada giusta. Infatti la risonanza riscossa dall’industria complementare internazionale è molto alta – cosa che necessariamente non ci si aspettava, visto il difficile contesto del mercato, - dichiara Werner M. Dornscheidt, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Messe Düsseldorf GmbH. - Saranno presenti alla fiera, Global Player internazionali ed aziende leader del mercato, così come aziende emergenti ed aziende innovative provenienti da tutto il mondo. È presente la gamma completa dell’offerta e vengono trattati i temi riguardanti la stampa e la crossmedialità. La drupa offre appunto all’intero settore, un panorama completo a 360 gradi”.
Come afferma Claus Bolza-Schünemann, Presidente del Comitato della drupa e CEO della Koenig & Bauer AG, alla drupa 2016, Print 4.0 sarà la megatendenza: “Print 4.0 permette l’individualizzazione e la personalizzazione della stampa digitale. Per gli imballaggi di alta qualità o per la rapida crescente molteplicità di soluzioni nella stampa industriale e funzionale, questo collegamento in rete digitale che connette macchine e sistemi rappresenta la soluzione e contemporaneamente la garanzia per l’efficienza e la competitività. Print 4.0 è la megatendenza della drupa 2016, ciò si può riconoscere chiaramente già da ora”.

VALORE AGGIUNTO IN STAMPA
Il programma quadro specializzato, con i suoi componenti quali drupa innovation park, drupa cube, le marche PEPSO (Printed Electronics Products and Solutions), 3D fab + print ed il touchpoint packaging, costituisce un importante arricchimento ed offre ai diversi gruppi, target di visitatori un reale valore aggiunto.
Uno dei principali temi della drupa 2016 è la produzione di imballaggi (packaging production). Secondo previsioni attuali, fino al 2018, il mercato degli imballaggi crescerà fino a raggiungere 985 miliardi di US $. Una propria dimostrazione di touchpoint packaging, con circa 20 partecipanti, rispecchia l’importanza di questo mercato. Questo forum speciale che si terrà nel padiglione 12 (Stand B53) viene concepito e realizzato in stretta collaborazione con l‘european packaging design association (epda), principale associazione europea di agenzie di marchi ed imballaggi. Per soddisfare meglio le particolari esigenze delle diverse industrie utilizzatrici, la touchpoint packaging è stata suddivisa in quattro “future labs“– e cioè a dire in “food & beverage“, “non-food“, “pharma“ e “cosmetics“.
Un ulteriore tema di particolare interesse della drupa 2016 è costituito dalla stampa 3D. Il potenziale di queste tecnologie integrative di produzione, in molti mercati verticali, non è da sottovalutare. “In particolare il business dei pezzi di ricambio nell’industria meccanica o il design del Packaging offrono grandi opportunità agli ingegneri meccanici, agli utenti ed anche ai fornitori di servizi per la stampa“, dichiara Sabine Geldermann, Direttore della drupa. Il touchpoint 3D fab+print del padiglione 7A (Stand C41) rispecchia questa gamma di prodotti. Nell’ambito di questa mostra speciale verrà presentato l’attuale “State-of-the-Art-Technologie” così come le visioni ed i migliori casi pratici. Fornitori di tecnologia ed utenti, espositori e visitatori, visionari e professionisti avranno la possibilità di incontrarsi qui per poter dialogare e promuovere questo interessante argomento.
Un altro tema futuristico della drupa 2016, è la stampa funzionale. Esistono in tutto il mondo molte esempi di applicazione di questa Printed Electronics (stampa di componenti elettronici). Touch-Sensors (sensori tattili) sulle superfici di mobili, Bluetooth altoparlanti di carta o inchiostri conduttivi che grazie ad innovative tecnologie di stampa, oggi non sono più fantascienza. La drupa 2016 affronta proprio questo argomento in diversi punti:
1. Sotto il marchio PEPSO parecchi espositori presenteranno in fiera il tema Printed Electronics Products e le sue soluzioni.
2. La OE-A (Organic Electronics Association) tratterà questo tema con i suoi membri nel dip (Padiglione 7.0).
3. ESMA, l’Associazione per la stampa serigrafica, stampa digitale e tecnologie per la stampa flessografica, organizza nel padiglione 6 (stand C02) e nel padiglione 3 (Stand A70) un apposito programma su questo tema.
4. Ed infine anche la VDMA (Padiglione 7A, Stand B13) offre una serie di attività nel suo “Showcase Industrial Printing“.

dip & drupa cube

Innovazioni che generano impulsi e Business Cases (piani economici) sulle soluzioni di stampa orientata ai processi e sulle pubblicazioni editoriali, saranno al centro di drupa innovation park, in cui si presenteranno, con soluzioni futuristiche, giovani imprenditori ed esordienti (Start-ups), ma anche Global Player. Per i visitatori il “dip” del Padiglione 7.0 avrà lo straordinario vantaggio di poter esplorare su un’area visibile innovazioni pionieristiche, soluzioni e modelli commerciali. Presentazioni, conferenze ed interviste nella “dip energy lounge” completerà l’offerta di circa 130 espositori.
La drupa cube parte con un nuovo approccio sotto il motto “Entertaining, Educating, Engaging”. Al centro di questo evento e del programma del congresso (Padiglione 6, Stand D03) troviamo la capacità di innovazione della stampa e le molteplici possibilità di applicazione dei prodotti stampati attraverso le più svariate industrie e settori della vita. Come partner per l’innovazione è stato possibile guadagnare il consenso dell’impresa internazionale The Medici Group con il suo fondatore e CEO Frans Johannsson. Con il suo libro “The Medici Effect“, Johannsson ha riscosso molto successo e da allora viene preso a modello per il modo di pensare e di agire al di fuori dei limiti prefissati e per l’“Out-of-the-box Principle”.

© Copyright 2010-2017 BE-MA - Tutti i diritti riservati - Privacy policy
BE-MA editrice - 20128 Milano - via Teocrito 47 - tel +39 02 252071 - Fax +39 02 27000692