E-commerce, cloud e automazione per la stampa

14 giugno 2016
Gli stampatori hanno sempre più bisogno di competenze IT per gestire sia l'automazione interna del processo che le proprie piattaforme web-to-print per la vendita online di stampati. I servizi cloud stanno emergendo come risposta a molte di queste esigenze.

Nell’odierno settore della stampa, i computer e i programmi sono onnipresenti: dagli impieghi più ovvi per progettazione, impaginazione, esposizione, web-to-print, automazione di flussi di lavoro, MIS, gestione clienti e fatturazione, fino ai computer meno visibili e integrati per monitorare sensori o eseguire regolazioni automatiche nelle macchine di produzione.
Per cui era naturale che, non appena il Web avesse facilitato l’accesso a Internet, la gente cominciasse a pensare come utilizzarlo nelle attività di stampa. L’importanza dell’e-commerce, ovvero la compravendita online, è cresciuta sempre di più dall’inizio del nuovo millennio.
Ora stiamo assistendo allo sviluppo dei servizi cloud, che trasferiscono alcune funzioni di produzione e archiviazione dai computer locali delle aziende di stampa a servizi remoti accessibili tramite Internet.
La "generazione online" dà per scontato di poter trovare, confrontare, specificare, ordinare e approvare online qualsiasi acquisto. I fornitori di servizi di stampa che intendono rimanere attivi devono rendersi conto che i clienti si aspetteranno livelli di interazione sempre maggiori. I clienti potrebbero persino non volere alcun contatto diretto con il personale commerciale o del servizio clienti, preferendo fare acquisti in modo anonimo in qualsiasi momento.
Piuttosto che fare affidamento su team commerciali sul territorio, gli stampatori possono ora avere una presenza globale tramite Web. Ma ciò comporta la necessità di apprendere o acquisire nuove competenze promozionali, come l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) e l’interazione nei social media. Tuttavia, l’industria della stampa deve ancora cogliere appieno questa opportunità.

WEB-TO-PRINT
Una di queste opportunità è data dal web-to-print. Attualmente in tutto il mondo ci sono oltre 100 sistemi web-to-print. Alcuni operano localmente mediante server, ma sempre più spesso i servizi vengono offerti in remoto, in modalità client-server o servizio cloud, accessibili con comuni browser Web.
Un esempio sono quelle aziende che offrono un servizio web-to-print online ad altri stampatori, consentendo loro di collegare i propri siti Web a sistemi di ordinazione, personalizzazione e anteprima di prodotti (le anteprime di alcuni prodotti sono in 3D). Mediante delle app, gli stampatori possono creare i propri prodotti (scegliendo tra un’ampia gamma di articoli promozionali, non solo stampa su carta), aggiungere opzioni di personalizzazione e gestire ordini. Gli ordini, una volta acquisiti, vengono inviati alla tipografia per la produzione e la consegna.
La tecnologia cloud consente anche alle piccole imprese di superare i confini nazionali. Il web-to-print, che non è un concetto univoco, consente ai clienti di accedere a un fornitore di servizi di stampa mediante un browser Web.
Molte organizzazioni web-to-print offrono modelli di prodotti standardizzati che possono essere parzialmente modificati dai clienti. Tipica è l’aggiunta di nomi, indirizzi e loghi a biglietti da visita con layout predefinito, oppure nomi e messaggi a biglietti di auguri.
Un tempo era difficile sviluppare strumenti di design e layout completamente flessibili, ma ora possono essere acquistati pronti per l’uso. Oppure le aziende possono avvalersene per aggiungere una risorsa Web a sistemi di progettazione più convenzionali.

Approfondisci l'argomento "E-commerce, cloud e automazione per la stampa" nello speciale dedicato al web-to-print pubblicato sul numero 5 di Rassegna Grafica.

© Copyright 2010-2017 BE-MA - Tutti i diritti riservati - Privacy policy
BE-MA editrice - 20128 Milano - via Teocrito 47 - tel +39 02 252071 - Fax +39 02 27000692