Indagine congiunturale su 3° e 4° trimestre 2013

17 gennaio 2014
Una vera inversione di tendenza solo grazie al rilancio dei consumi a partire da quelli culturali. Bene la detrazione per l’acquisto di libri e pubblicazioni in formato cartaceo.

L’indagine Federazione della Filiera della Carta e della Grafica fornisce elementi importanti per la dinamica congiunturale dei settori delle macchine grafiche, cartotecniche e per il converting, della produzione di carte e cartoni, della grafica e della cartotecnica trasformazione.
Le sintesi dell’ultima indagine congiunturale della Federazione sembrano riflettere le sensazioni di miglioramento del clima economico generale confermate dagli aggiornamenti ufficiali sulle dinamiche di PIL e produzione industriale.  Il Paese entra ora nella fase in cui si dovrà valutare se la
dinamica negativa di questi ultimi anni sia stata frutto solo della crisi internazionale o se invece i meccanismi, francamente non efficienti, che caratterizzano il nostro sistema economico,  lo abbiano penalizzato ulteriormente in termini di competitività.
Tornando ai risultati delle aziende della Federazione, il consuntivo del terzo trimestre 2013, anche se leggermente peggiore delle attese, come nei precedenti trimestri, presenta dinamiche fortemente differenziate a livello di comparti, con miglioramenti, seppur modesti, per il cartario e le macchine per grafica e converting, e performance in peggioramento per i comparti cartotecnico e, soprattutto, grafico sia con riferimento al mercato italiano, sia a quello estero. A livello complessivo, il 39% delle imprese
intervistate ha denunciato una flessione nel fatturato interno, mentre il 41% delle risposte si è orientato alla stabilità. Per quanto riguarda il mercato estero, il 30% delle aziende ha segnalato un incremento della dinamica del fatturato e il 50% di imprese ha espresso un giudizio di stabilità, confermando il progressivo riequilibrio della domanda interna ed estera.
Le rilevazioni delle aspettative delle aziende della Federazione per il quarto trimestre 2013, pur prudenti, come da tradizione, sono impostate su un consolidamento dei livelli produttivi maggiormente sbilanciato verso la potenziale crescita, confermando ancora una volta una visione più ottimistica sul mercato estero, ma con differenziali rispetto al mercato interno meno marcati, che segnalano la stabilizzazione di quest’ultimo segmento.

Scarica il PDF dell'Indagine completa

© Copyright 2019. PrintPUB.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy