Investire in pubblicità sui perdiodici conviene!

27 ottobre 2017
A seguito dell’emanazione del Decreto legge 148, gli inserzionisti che incrementeranno gli investimenti sui media specializzati potranno usufruire di importanti benefici fiscali.
Il nuovo Decreto Legge 148 del 16 ottobre 2017 introduce il credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali, un significativo incentivo fiscale per gli investitori.
A beneficiare degli incentivi, nella forma del credito d’imposta, saranno le imprese e i lavoratori autonomi che investono in campagne pubblicitarie sulla stampa e testate digitali (con iscrizione al ROC), il cui valore superi almeno dell’1% quelli, di analoga natura, effettuati nell’anno precedente.
Il credito consiste in un contributo pari al 75% del valore incrementale (ossia superiore almeno dell’1% rispetto all’anno precedente) degli investimenti effettuati in campagne pubblicitarie sugli stessi mezzi di informazione dell’anno precedente. Tale contributo sale al 90% nel caso in cui gli investitori siano piccole e medie imprese, microimprese e start-up innovative.
Il meccanismo è molto semplice: è sufficiente incrementare nell’anno in corso di almeno l’1% i propri investimenti pubblicitari sui medesimi mezzi.
Il contributo sarà riconosciuto nel 2018 e sarà relativo a tutti gli investimenti pubblicitari incrementali effettuati a partire dal 24 giugno 2017 (data di entrata in vigore della legge).
A giorni, è prevista l’emanazione di un apposito Dità, dei criteri di attuazione e di eventuali limiti complessivi di spesa.


Nella foto: la campagna pubblicitaria lanciata da ANES che pubblicizza l’importante beneficio fiscale di cui si potrà usufruire incrementando gli investimenti sulla stampa specializzata.

© Copyright 2010-2017 BE-MA - Tutti i diritti riservati - Privacy policy
BE-MA editrice - 20128 Milano - via Teocrito 47 - tel +39 02 252071 - Fax +39 02 27000692