Decreto Rilancio, novità sugli investimenti pubblicitari

11 maggio 2020
Via libera per gli investimenti di pubblicità su testate giornalistiche, radio e tv realizzati nel corso dell'anno 2020. Con il Decreto Rilancio il Bonus arriva al 50% e la scadenza per la prenotazione è stata spostata a settembre.
Bella novità per il Bonus Pubblicità con le recenti modifiche apportate dal DL “Decreto Rilancio“: il Credito d’Imposta sugli investimenti pubblicitari per l’anno 2020 è stato portato al 50% ed è così aumentata, rispetto al precedente Decreto Legge del 16 marzo 2020 “Cura Italia”, la percentuale che era fissata al 30%.
Il credito d’imposta al 50% è un’ottima occasione per investimenti in pubblicità mirate. Con l’ultimo DL “Decreto Rilancio” non solo è stato aumentato l’ammontare del Credito d’Imposta ma verrà concesso nella misura unica del 50% calcolato sull’imponibile dell’intero investimento 2020 e non più entro il 75% dei soli investimenti incrementali, come era fino allo scorso anno. Relativamente al Bonus Pubblicità per l’anno 2020 c’è quindi un’importante novità con variazioni introdotte nel DL che riguardano essenzialmente due elementi:
- la base di calcolo del credito d’imposta che si identifica con il valore dell’intero investimento pubblicitario effettuato nel 2020;
- è stato abolito il calcolo sul valore incrementale dell’investimento pubblicitario 2020 rispetto a quello nel 2019 come era nelle modalità precedenti;
- la percentuale dell’investimento, riconoscibile come credito d’imposta, prima annunciata al 30% è salita al 50%.
Il Bonus Pubblicità è una importante agevolazione economica erogata dallo Stato sotto forma di credito d’imposta da utilizzarsi in compensazione sull’F24 che ha lo scopo di aiutare aziende e professionisti a crescere utilizzando pubblicità mirata: è questo il motivo dell’incentivo riservato esclusivamente ad investimenti pubblicitari su giornali (digitali e cartacei), televisione e radio qualificati che devono avere la caratteristica obbligatoria di essere testate giornalistiche registrate al Tribunale con un direttore responsabile di riferimento. Attraverso il “Bonus Pubblicità” viene trasformato in Credito d’Imposta il 50% delle spese pubblicitarie sostenute. Quello del Bonus Pubblicità che trasforma in 50% di Credito d’Imposta le spese pubblicitarie effettuate nel corso del 2020 è un’ottima occasione per far ripartire le attività delle imprese e dei professionisti attraverso investimenti pubblicitari mirati effettuati con spazi pubblicitari su magazine cartacei e siti internet.

© Copyright 2020. PrintPUB.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy