Il libro stampato cresce nel mondo digitale

5 gennaio 2021
Il timore che i libri stampati venissero consegnati alla storia dai media digitali si è rivelato infondato. Con un settore del valore di 151 miliardi di Dollari a livello globale, la domanda di copie cartacee è più forte che mai. I consumatori che necessitano di una “disintossicazione digitale” si rivolgono alla stampa per un'esperienza di lettura più intima.
Qual è il prossimo capitolo della storia dei libri? Sebbene l'amore dei consumatori per i libri fisici rimanga forte, le innovazioni tecnologiche e i cambiamenti culturali stanno avendo un profondo effetto sul modo in cui i libri vengono prodotti. Gli editori e gli stampatori di libri stanno adattando nuovi modelli di business e per permettere alla stampa di coesistere con il digitale in un mondo sempre più interconnesso.

Stampatori ed editori, collaborare per innovare
Le mutevoli abitudini di acquisto dei libri, le perturbazioni del mercato e l'ascesa dell'e-commerce hanno lanciato a editori e stampatori di libri la sfida di produrre e distribuire libri in modo più flessibile e rapido che mai, pur mantenendo costi bassi e la qualità dei prodotti elevata. Sebbene la domanda di libri stampati sia stabile, l'economia della produzione di libri è cambiata radicalmente.
I metodi di produzione analogica offset, ideali quando gli editori producevano grandi volumi di singoli titoli, sono sempre più inefficaci. La tecnologia di produzione digitale consente stampa e finitura semplificate e ad alta velocità di libri in piccoli lotti o anche in singole copie. Questo cambiamento tecnologico sta incoraggiando editori e stampatori a considerare in modo diverso il proprio modo di lavorare.
Il successo commerciale di uno stampatore di libri dipendeva tradizionalmente da quello dei suoi clienti editori. Vendite sane di libri si sono tradotte in volumi più elevati e maggiori ricavi. Il nuovo mondo dell'editoria, come la maggior parte delle industrie di contenuti, è meno incentrato sulle vendite di volumi e più sull'ideazione di soluzioni che corrispondano alle mutevoli abitudini dei consumatori, supportando i percorsi di acquisto individuali e i comportamenti di acquisto.
Il cambiamento è costante. Il futuro dell'editoria è certamente multipiattaforma: ne sono una prova il successo di formati come gli audiolibri e le innovazioni tecnologiche quali le app di narrativa. In futuro, il libro stampato sarà probabilmente solo un elemento di un viaggio incentrato sul consumatore il cui contenuto viene consumato in diversi formati e su diversi dispositivi. Il cosiddetto "libro intelligente".

Pianificare proattivamente il cambiamento
Queste tendenze editoriali alterano le dinamiche della filiera. Per essere “a prova di futuro” bisogna compiere un passaggio fondamentale da una relazione transazionale, in cui lo stampatore di libri è semplicemente acquisisce semplicemente gli ordini, a un “triangolo di competenze”' in cui editore, stampatore di libri e fornitore di soluzioni tecnologiche lavorano insieme per sviluppare nuovi modelli di business e ideare nuove strategie per il successo.
I principali punti deboli per gli editori oggi riguardano la pianificazione e i costi. Storicamente, gli editori hanno calcolato i volumi di produzione in base alle previsioni di vendita, assumendosi i costi di eventuali errori di previsione. Assumersi il rischio di produrre grandi volumi di un titolo e portare al macero le scorte in eccesso? O andare sul sicuro, stampando piccole quantità e rischiando di perdere vendite quando non puoi soddisfare la domanda?
Tuttavia, sempre più spesso, i dati storici non sono in grado di dirci quali saranno le performance di un titolo, aumentando la posta in gioco a livello commerciale che accompagna ogni decisione di pubblicazione. È vitale per gli stampatori di libri pensare in modo digitale ed essere la forza trainante dietro l'innovazione digitale, anticipando e pianificando in modo proattivo il cambiamento piuttosto che agendo solo su istruzioni dell'editore.
La tecnologia di stampa digitale potrebbe contenere la chiave di questi problemi, ma solo se gli stampatori di libri comprendono i driver di business in evoluzione dei loro editori. Gli stampatori, supportati dai loro partner tecnologici, devono sensibilizzare i clienti su come le innovazioni nella produzione e nell'automazione del flusso di lavoro possono abilitare il cambiamento con un impatto commerciale positivo.

Nuovi modelli di business, nuove opportunità
Identifichiamo tre modelli di business chiave abilitati dalla tecnologia di produzione digitale: la stampa a basse tirature, la gestione del ciclo di vita del libro (BLM), la produzione on demand.
È possibile per gli editori e gli stampatori passare da un modello all'altro man mano che il mercato si evolve e, così facendo, costruire una solida base per il futuro multipiattaforma del "libro intelligente".
Il punto di partenza è anticipare o rispondere al calo delle tirature e all'aumento della frequenza degli ordini integrando la stampa offset con la produzione digitale per tirature più brevi. Il grado di integrazione del processo richiesto è basso e gli stampatori possono realizzarlo indipendentemente dagli editori che servono. Si tratta essenzialmente di aggiungere funzionalità digitali a un'operazione di stampa offset.
Tuttavia, il dialogo con gli editori permette agli stampatori di rafforzare i vantaggi di questo investimento digitale: tempi di consegna più brevi, tempi di commercializzazione più rapidi, risparmi sui costi di magazzino e di distribuzione. Il dialogo aiuta lo stampatore a valutare fino a che punto le case editrici vedono ridurre i volumi di produzione e in quali tempi.
Il dialogo rappresenterà un forte indicatore della crescente domanda di servizi a breve termine. Questa può essere una guida utile per la pianificazione degli investimenti degli stampatori, ad esempio segnalando la necessità di un'ulteriore automazione come gli ordini online. In definitiva, questo dialogo potrebbe rivelare la necessità di considerare il passaggio al gradino successivo della scala del modello di business, cioè la gestione del ciclo di vita del libro.

Fonte: Canon Future Book Forum

Leggi l’articolo completo sul n. di dicembre di Rassegna Grafica
© Copyright 2021. PrintPUB.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy