Foto&Lito sceglie il CtP Lüscher MDX 220

10 gennaio 2018
Foto&Lito, che da oltre 30 anni opera nel campo dell’incisione dei cliché per la stampa a caldo e rilievo, per mantenere la sua promessa di qualità e rapidità del servizio, ha investito nel CtP MultiDX! 220 di Lüscher, distribuiti in esclusiva italiana da NTG Digital.

Foto&Lito, con sede a Quinto de’ Stampi, a sud di Milano, ha fatto della competenza e della specializzazione nell’incisione dei cliché un modello di produzione e di business esclusivo. In particolare, le lavorazioni dell’azienda sono destinate ai settori dolciario, copertinatura di libri di pregio e packaging di lusso, soprattutto in ambito profumeria.

“Foto&Lito è stata pioniera in Italia nell’incisione dei cliché per la stampa a caldo e rilievo in contemporanea, utilizzando centri a controllo numerici, comunemente definiti pantografi. Un primato che gli ha consentito di ottenere importanti riconoscimenti da parte della clientela”, racconta Roberto Piccirillo, titolare dell’azienda insieme al fratello Claudio.

Nell’area dell’incisione digitale, il parco macchine è costituito da attrezzature all’avanguardia che consentono la consegna tempestiva dei lavori senza trascurare la qualità. L’investimento nelle nuove tecnologie è un aspetto fondamentale su cui il cliente può contare, insieme ad un servizio personalizzato. La gamma di prodotti va da cliché in magnesio di diverso spessore, cliché in ottone per rilievo a secco tridimensionale e braille, microincisioni per ologrammi anticontraffazione, contromatrici termoformate con perni di registro e in nylon. Non manca in azienda il reparto per la finitura dei cliché, con attrezzature atte al taglio, perforazione e filettatura. In questo reparto molte operazioni sono svolte ancora manualmente, quasi un “arte” in cui la precisione è tutto.

L’installazione del sistema MultiDX! 220 di Lüscher, avvenuta a fine settembre, è stata definita nell’ottica di velocizzare la produzione e ottenere una qualità superiore rispetto alla lavorazione tradizionale, che avviene ancora in qualche caso attraverso la pellicola. “Tra i vantaggi ottenuti – spiega Roberto Piccirillo – vi è sicuramente una maggiore rapidità di scrittura, che va ad incidere positivamente su tutto il flusso produttivo. Considerata la duttilità della macchina, sia in termini di rapidità che di performance, la differenza rispetto alla lavorazione tradizionale è notevole. La lastra incisa con il CtP mostra una maggiore pulizia, garantendo gli standard elevati a cui siamo abituati”.

Il sistema MultiDX!, grazie all‘esclusiva tecnologia ibrida, è in grado di esporre una completa gamma di supporti di stampa ed è compatibile con la maggior parte delle tecnologie di produzione di lastre e forme di stampa. Oltre alle lastre offset, il sistema è in grado di eseguire l’esposizione di tutte le lastre ad ablazione in poliestere, acciaio e alluminio e di tutte le forme di stampa per la stampa serigrafica.

Con l’implementazione della nuova tecnologia di incisione digitale, Foto&Lito ha eliminato il passaggio della pellicola. “Grazie all’eliminazione dell’utilizzo di prodotti chimici e solventi – spiega Roberto Piccirillo – questa tecnologia garantisce un minore impatto ambientale e migliora le condizioni di lavoro. Questo, inoltre, sta portando benefici anche in termini di riduzione dei costi. La produzione delle pellicole è destinata a diminuire e probabilmente ad interrompersi definitivamente, quindi questo passaggio al digitale era per noi ormai d’obbligo. Le proposte finora considerate non ci avevano convinto fino in fondo, quando invece abbiamo sperimentato le potenzialità del sistema Lüscher non abbiamo avuto più dubbi”.

© Copyright 2010-2017 BE-MA - Tutti i diritti riservati - Privacy policy
BE-MA editrice - 20128 Milano - via Teocrito 47 - tel +39 02 252071 - Fax +39 02 27000692