Kodak, un approccio sostenibile che abbraccia la rivoluzione digitale

8 novembre 2022
Kodak ha adattato il proprio modello di business in diverse occasioni grazie a un approccio alla ricerca e allo sviluppo di nuovi prodotti tanto flessibile quanto costantemente innovativo. In questo articolo, vediamo come l'azienda si è evoluta per affrontare i cambiamenti del settore della stampa e abbracciare la rivoluzione digitale.
Terry Taber, CTO di Kodak, lavora con l’azienda da oltre 40 anni, durante i quali l’azienda ha attraversato molti cambiamenti. Il principale tra questi è stata l’evoluzione dell’approccio di Kodak alla ricerca e sviluppo, al processo di talent acquisition e all’innovazione dei prodotti. 
Identificare un filo conduttore coerente per un’azienda onnipervasiva e nota come Kodak può essere complicato. Non per Terry Taber. CTO dal 2009, Taber ha visto Kodak reagire ai cambiamenti nel settore della stampa, non ultima la rivoluzione digitale. 

“Se guardo indietro agli anni ‘80, quando ho iniziato come ricercatore, Kodak era molto nota nell’ambito dei progetti di ricerca. Due tematiche molto discusse erano la scienza dei materiali e la deposizione, vale a dire i depositi controllati di materiali su un supporto, che si tratti di plastica, carta o foil. Questa enfasi è rimasta il filo conduttore delle nostre innovazioni”. 

La chimica, in un contesto di R&D, è sempre stata estremamente importante per Kodak. Oggi, sebbene l’azienda stia applicando materiali, invenzioni, tecnologie di rivesti¬mento e altre tecnologie di deposizione in nuove aree, l’impronta fondamentale sulla scienza rimane la stessa.
 
CAMBIAMENTI SOSTENIBILI 

Sebbene “cambiare il mondo” possa sembrare un’ambizione elevata, Taber sottolinea che la responsabilità aziendale è in prima linea nelle discussioni sulla sostenibilità. 

“La sostenibilità è stata effettivamente una parola d’ordine per il business sin dagli anni ‘90”, afferma Taber. “All’epoca, si trattava di migliorare i processi di produzione per eliminare i rifiuti e pensare in termini di materiali e processi chimici. La narrativa ora si è spostata maggiormente verso la responsabilità aziendale e Kodak è pioniera in questo ambito. Raggiungere la sostenibilità ambientale non significa agire solo nell’interesse del business, ma comprendere come determinati processi, in particolare all’interno della produzione, influiscono su altri aspetti lungo la catena di approvvigionamento. Fino al livello del cliente e oltre. Cerchiamo di farlo riducendo l’uso di materie prime, massimizzando il risultato e trasformando gli scarti in qualcosa di più utile. Questo approccio inizia con la R&D e poi coinvolge tutte le parti dell’azienda”. 

INNOVAZIONE NELLA STAMPA 

Nell’ambito della stampa, l’obiettivo della ricerca e sviluppo è stato la velocità. Kodak ha sviluppato testine di stampa di qualità superiore e meno complesse, che funziona¬no a un ritmo più rapido, trasformando ciò che Taber chiama “STREAM Technology” in “ULTRASTREAM Technology”. 

“Ciò significa velocità più elevate, qualità superiore, minore complessità e progettazione più semplice”, spiega. “Continua anche il nostro impegno nell’ambito degli inchiostri a base acqua e nano-pigmentati, rappresentativi degli inchiostri per la stampa digitale Kodak sin dalla prima introduzione della macchina da stampa Kodak PROSPER oltre un decennio fa. La distribuzione delle nanoparticelle contribuisce a miglio-rare la qualità del colore, la gamma cromatica e l’affidabilità d’uso nella macchina da stampa. Questi sforzi hanno ampliato il portafoglio di inchiostri e portato a una soluzione per la stampa di supporti in plastica con inchiostri a base acqua. La R&D garantisce che le testine di stampa soddisfino una varietà di esigenze, non solo carta ma anche materiali diversi, per fornire un portafoglio di inchiostri in espansione, in grado di stampare con inchiostri a base acqua su qualsiasi supporto”. 

Secondo Taber, ciò si traduce nella flessibilità di Kodak nel soddisfare le esigenze del cliente. L’azienda gode di un brand molto forte e di un’importante tradizione su cui basare la propria tecnologia pionieristica, il cui punto di partenza è l’attività di ricerca e sviluppo, che gioca un ruolo centrale nella crescita dell’azienda.

LA SOSTENIBILITA' MESSA IN PRATICA

La riduzione dell’impatto ambientale è diventata negli ultimi anni un fattore molto importante in ogni settore dell’economia. I fornitori di servizi di stampa non fanno eccezione, non solo a causa degli standard ambientali sempre più severi che il settore deve soddisfare. La sostenibilità è anche in cima alla lista delle priorità di clienti e consumatori finali. 

Kodak offre agli stampatori commerciali e di packaging la tecnologia necessaria per produrre in modo più ecologico e ridurre l’impronta di carbonio. Kodak, inoltre, garantisce che ogni progresso tecnologico all’insegna della sostenibilità non venga raggiunto a scapito della qualità, della produttività e della redditività. 

In un articolo Jim Continenza, Executive Chairman e CEO di Kodak, ha spiegato: “Il mio obiettivo è fornire soluzioni non solo superiori alle alternative, ma anche supportate da un impegno costante a livello aziendale per preservare il nostro ambiente. I nostri clienti e il pubblico stanno diventando più consapevoli di questo imperativo e credo che sia semplicemente la cosa giusta da fare”. 

Sul mercato esistono già soluzioni collaudate che gli stampatori possono implementare rapidamente senza troppi sforzi e spese per rendere la propria attività più sostenibile. Le lastre Kodak SONORA Process Free, utilizzate da oltre 6.000 stampatori in tutto il mondo, sono solo un esempio. L’ultima generazione di prodotti, le lastre Kodak SONORA XTRA Process Free, combina tutte le caratteristiche di sostenibilità, qualità e prestazioni che caratterizzano le lastre senza processo di Kodak con velocità di imaging più elevate, contrasto dell’immagine notevolmente migliorato e una gestione più sicura. 

Il passaggio dalle lastre tradizionali alle lastre SONORA Process Free elimina le macchine per la lavorazione delle lastre e, con esse, la tradizionale lavorazione delle lastre. Il vantaggio decisivo in termini di sostenibilità in questo caso è che i consumi dell’intero processo sono ridotti a zero. E poiché non c’è più alcuna chimica con cui fare i conti e nessuna sviluppatrice di lastre che necessita di pulizia e manutenzione, non ci sono nemmeno sostanze chimiche o liquidi residui contaminati da smaltire. Ciò ovviamente si traduce anche in un notevole risparmio sui costi. 

La produzione con le lastre SONORA Process Free non solo porta a un risparmio nella prestampa, ma amplia anche i budget della sala stampa generando vantaggi tangibili in termini di sostenibilità. Grazie alla maggiore stabilità del punto e alla ridotta variabilità che risulta dall’eliminazione della tradizionale lavorazione delle lastre, è possibile risparmiare sui costi sulla macchina da stampa perché vi sono meno scarti e meno tempi di fermo macchina. Un altro vantaggio del passaggio alle lastre SONORA dal punto di vista della sostenibilità è l’ambiente di lavoro più confortevole per gli operatori. La pulizia delle sviluppatrici di lastre è ormai un ricordo del passato. Infine, ma non meno importante, la scomparsa delle apparecchiature per la lavorazione delle lastre libera spazio prezioso nei reparti di prestampa che può essere destinato a usi alternativi.
Players: KODAK
© Copyright 2022. PrintPUB.net - N.ro Iscrizione ROC 35480 - Privacy policy