Boom nel settore delle etichette autoadesive!

23 luglio 2020
La pandemia di Covid-19 sostiene la domanda europea di etichette autoadesive. Secondo Finat, infatti, dopo una crescita modesta dell’1,5% nel 2018 e nel 2019, il consumo di questi materiali ha registrato un aumento dell’8% nel 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Solo nel secondo trimestre, la domanda di materiali autoadesivi ha addirittura superato di quasi il 25% il secondo trimestre del 2019.

L'aumento incrementale della domanda di materiali per etichette nella prima metà del 2020 è stato di quasi 320 milioni di m2. Più della metà della domanda (53%) era composta da film per etichette. In termini relativi, il Regno Unito, l'Irlanda e l'Europa meridionale , le regioni maggiormente colpiti dalla crisi sanitaria, si sono posizionate dietro alle altre regioni (che hanno registrato una crescita a doppia cifra), ma con aumenti considerevoli.

L'enorme crescita complessiva della domanda nel primo mese (che ha raggiunto il suo picco nei primi tre mesi della pandemia, con l'economia europea bloccata) è stata attribuita al ruolo fondamentale delle etichette autoadesive nei settori cruciali in tempi di crisi: cibo, assistenza sanitaria, cura della persona, prodotti sanitari e logistica nella catena di approvvigionamento. Questo effetto è stato accentuato dalle scorte presso i rivenditori e i brand owner e dal fatto che le famiglie in lockdown hanno deciso di dedicare il loro tempo libero alla manutenzione e alla consegna a domicilio di beni e servizi. Infine, con l’allentamento delle misure di blocco, non si può non notare come i materiali autoadesivi svolgano un ruolo importante come segnaletica del "distanziamento sociale".

D'altra parte, la domanda di etichette in settori "non essenziali" come quello automobilistico, elettronico, dei viaggi e della ristorazione ha sofferto nella prima metà del 2020. I primi due settori hanno registrato tassi di crescita negativi anche nel 2019 rispetto all'anno precedente, secondo i risultati preliminari della 13esima edizione dell’indagine semestrale del Finat Radar. Come ha commentato il presidente della Finat, Chris Ellison: “Fino ad oggi, il 2020 è stato un periodo da fama e carestia per questo settore. Alcuni comparti faticano a far fronte alle eccessive pressioni della domanda, altri hanno dovuto adattarsi rapidamente a un forte calo della domanda”.

Players: FINAT
© Copyright 2020. PrintPUB.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy