Brixen Water Light Festival powered by Durst

30 gennaio 2020
Molte le novità di quest'anno a cominciare dall'importante partnership con Durst, leader mondiale nella produzione di sistemi di stampa inkjet per applicazioni industriali con la propria sede a Bressanone.
Colori e luce non sono le uniche affinità tra il festival e Durst. Innovazione, sostenibilità e qualità: valori condivisi per diffondere una coscienza rispettosa dell'uso sostenibile della natura e delle risorse idriche e di sensibilizzare i consumatori ad un comportamento consapevole e rispettoso dell'ambiente.
"Durst è sinonimo di forza innovativa e di imprenditorialità responsabile nella sede di Bressanone", afferma Christoph Gamper, CEO e comproprietario del Durst Group. "Stiamo digitalizzando le tecnologie di produzione in tutto il mondo, riducendo la necessità di acqua ed energia nella produzione e consentendo prodotti sostenibili e di alta qualità in molti settori. In qualità di partner del Water Light Festival di quest'anno, desideriamo quindi comunicare non solo il nostro affascinante habitat "montagna" e la gestione delle risorse naturali, ma anche presentare gli impulsi positivi e gli sviluppi industriali che ne derivano"
Il grande riscontro ottenuto negli anni passati ha convinto gli organizzatori a prolungare di una settimana la durata del festival, che quest'anno raggiunge così le ventiquattro giornate.In occasione della quarta edizione la manifestazione si amplia anche geograficamente con installazioni nelle vicine Chiusa, Fortezza e Novacella, tutte località dove l'acqua ha una forte importanza. Il Brixen Water Light Festival powered by Durst trasformerà la sera dalle ore 9 a mezzanotte il centro di Bressanone, Chiusa e il Forte di Fortezzain Alto Adige in una galleria d'arte a cielo aperto, mentre a Novacella, sarà una mostra diurna all'interno del Castel Sant'Angelo a brillare.
Più di 20 fontane, la confluenza tra i fiumi Isarco e Rienza e altri tesori storici e culturali di Bressanone, Chiusa, Fortezza e Novacella saranno reinterpretati. Installazioni luminose e spettacoli presso le fonti d'acqua delle città attirano l’attenzione sull'acqua, preziosa risorsa. Il tema dell'acqua gioca un ruolo centrale in questo caso. I temi culturali, ecologici, sociali ed economici sono alla base di ogni approccio artistico. Mondi acquatici e arte della luce – una connessione luminosa che invita a meravigliarsi, sognare, partecipare e riflettere. “L'attenzione si concentra sulle caratteristiche delle città, sugli angoli preziosi che spesso vengono trascurati. Arte di luce e arte contemporanea si incontrano in questo festival e si completano a vicenda”, così Stefanie Prieth di Bressanone Turismo, responsabile del progetto.
Anche quest'anno il Brixen Water Light Festival powered by Durst rientra nella rete ufficiale del World Water Day, il 22 marzo, e dell'International Day Of Light dell’Unesco, il 16 maggio, iniziative globali che hanno come obiettivo primario mettere in evidenza l'importanza dell'acqua e il continuo apprezzamento della luce. Bressanone, Chiusa, Fortezza e Novacella acquisiscono durante il festival un'atmosfera inedita promuovendo e sostenendo anche una riflessione di ampio respiro legata a questioni di interesse globale come il cambiamento climatico e la disponibilità delle risorse naturali. Anche quest'anno il Brixen Water Light Festival powered by Durst si fregia della certificazione “Green Event”. Il festival vuole essere a tutti gli effetti sinonimo di sostenibilità. La certificazione è stata ottenuta grazie al rispetto di parametri come l'utilizzo di energia da fonti rinnovabili, materiale stampato su carta ecologica certificata e campagne promozionali digitali. Inoltre, si riavvia la collaborazione con Deutsche Bahn per sensibilizzare i turisti a lasciare a casa la macchina e raggiungere le località del festival con il treno.

© Copyright 2020. PrintPUB.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy