Edigit - TiKappaPi, quando vince il gioco di squadra!

20 luglio 2021
TiKappaPi nasce nel 2019 dall’unione di due società e, un anno fa, Edigit è entrata a far parte del gruppo. Oggi la società si pone quale partner di riferimento delle imprese per supportarle nella gestione e nell’ottimizzazione dei processi interni, grazie alla condivisione delle competenze acquisite. In questa intervista, Bruno Pisani e Gabriele Montanari, rispettivamente direttore generale di TiKappaPi e di Edigit, ci raccontano il percorso e le strategie del gruppo.
A un anno dall’acquisizione di Edigit da parte di TiKappaPi, che bilancio potete trarre, considerando anche il momento storico che stiamo vivendo?
Bruno Pisani: Ci piace parlare dell’ingresso di Edigit nel gruppo come unione di sinergie, che per noi significa mettere insieme prima le persone e poi naturalmente le professionalità e le competenze. Anche la partnership con Edigit è nata proprio dalla conoscenza, stima e fiducia reciproca tra persone. Abbiamo formalizzato l’acquisizione ad agosto 2020 in piena pandemia e, nonostante la situazione, abbiamo voluto con forza proseguire questa collaborazione. In termini di business, malgrado le restrizioni e le chiusure di molte attività, il bilancio dell’anno è stato positivo. Attualmente il gruppo ha raddoppiato tutti i numeri in termini di persone e fatturato. Oggi abbiamo dunque tre business unit operative e, da tre mesi, due di queste – Edigit e Kirio – sono riunite in una nuova sede a Bologna, mentre Tecnobiemme è rimasta a Modena. TiKappaPi è sempre aperta a nuove acquisizioni per crescere e aumentare le proprie competenze.
Gabriele Montanari: Il percorso intrapreso da Edigit in questi ultimi anni dà l’idea della lungimiranza della società che, con molto anticipo, ha cercato un partner affidabile che avesse la medesima vision strategica. Volevamo dare continuità a Edigit e abbiamo avuto diverse opportunità, ma il gruppo TiKappaPi ci è sembrato la scelta più adeguata a proseguire la nostra attività acquisendo nuove competenze e know how. La condivisione e il rapporto tra le persone è diventato un fattore di crescita. Questa acquisizione ci ha dato l’opportunità di affrontare altri mercati e poter offrire qualcosa in più ai nostri clienti. Tutto ciò rappresenta un notevole valore aggiunto.

Su quali basi avete fondato TiKappaPi?
Pisani: Nel maggio 2019 io e Fausto Montanini abbiamo fondato TiKappaPi con l’idea di un’impresa basata sulle relazioni e sul rispetto dell’individuo. La nostra visione di leadership si basa sulla capacità di saper valorizzare le proprie persone e, quindi, metterle al centro, creare un ambiente a loro congeniale che gli faccia sentire il senso di appartenenza all’azienda. Oggi solo lavorando in questo modo si possono trattenere le competenze all’interno. Crediamo, inoltre, che dietro ai numeri, ai bit di informazione e ai bilanci positivi, ci siano sempre delle persone alle quali il nostro lavoro deve rendere merito. Molti vogliono farci credere che la digitalizzazione ottimizzi i capitali economici delle imprese a discapito del loro capitale umano. Noi, al contrario, siamo convinti che la digitalizzazione aumenti il potenziale umano in favore del capitale economico.

Come si posiziona il gruppo TiKappaPi sul mercato?
Pisani: Oggi TiKappaPi si posiziona sul mercato con un approccio sempre più consulenziale. Le nostre soluzioni abbracciano moltissimi settori, possiamo fornire circa una sessantina di soluzioni, che sono state sviluppate per aiutare le imprese a gestire e migliorare i propri processi interni. Inoltre, utilizziamo la nostra esperienza e la traduciamo in software gestionali dedicati al mondo della produzione e dell’industria. Quando ci proponiamo ai nostri partner mettiamo in campo le nostre competenze e, se necessario, ne acquisiamo dall’esterno, con totale trasparenza. Fare rete è un concetto in cui crediamo e che ci ha consentito di superare molti ostacoli. Nell’ultimo periodo, siamo riusciti a compensare le perdite di alcuni mercati con la crescita di altri e questo è stato fondamentale per continuare a operare in maniera serena e costruttiva.

Edigit propone soluzioni gestionali per il settore grafico. Quali sono le peculiarità che le contraddistinguono?
Montanari: Le nostre soluzioni gestionali coprono tutti i mercati verticali del settore grafico e tutti i processi, dal CRM alla preventivazione, alla gestione della commessa e della produzione, il tutto integrato alla contabilità e alla business intelligence. Forniamo supporti di controllo di gestione all’imprenditore. Voglio sottolineare l’importanza della presenza di un team di tecnici altamente qualificati e preparati, dislocati in tutta Italia con una presenza capillare. Inoltre, abbiamo un centro servizi tecnici interno a disposizione dei clienti per qualsiasi necessità. Ultimo, non per importanza, è il centro sviluppo guidato da persone di elevata competenza, che tengono costantemente aggiornati i nostri software di proprietà. Con TiKappaPi i nostri servizi si completano con la struttura hardware, il supporto sistemistico e la condivisione delle competenze del gruppo. Abbiamo diversi progetti aperti, anche dal punto di vista dell’e-commerce e, per questo, possiamo contare sul know how del gruppo TiKappaPi. Quello che oggi possiamo offrire non è una soluzione fine a se stessa e alla risoluzione del problema, ma bisogna considerare la nostra collaborazione in un’ottica più consulenziale.

Leggi l’intervista completa sul n. 5 di Rassegna Grafica

© Copyright 2021. PrintPUB.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy